Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Stella Cometa Verona
A Betlemme giungono anche i Magi.
«Gli offrirono in dono oro, incenso e mirra» Mt 2,11.

Solennità dell’Epifania. Questo nome viene dal verbo greco «epifaino» che significa rendersi manifesto dall'alto. Epifania significa quindi manifestazione, apparizione: la manifestazione della presenza Divina. I greci impiegavano questo termine per parlare delle manifestazioni prodigiose degli Dei che intervenivano con apparizioni, con miracoli con grandi gesti in cui si rivelava la loro potenza quando intervenivano per soccorrere nel momento del bisogno… per esempio per aiutare in una battaglia e si diceva che c'era stata una epifania della divinità, la potenza soccorritrice del loro dio. Allora oggi ci chiediamo: ma che manifestazione di Gesù c’è stata?

2DomNatale
Krònos o Kairòs?
«In principio era il Verbo...» Gv 1,1.

La liturgia oggi inizia con una bellissima antifona: «Nel quieto silenzio che avvolgeva ogni cosa, mentre la notte giungeva a metà del suo corso, il tuo Verbo onnipotente, o Signore, è sceso dal cielo, dal trono regale» cfr. Sap 18,14-15. La prima lettura di questa domenica costituisce uno dei grandi elogi della Sapienza divina: «Io sono uscita dalla bocca dell’Altissimo e ho ricoperto come nube la terra. Prima dei secoli, fin dal principio, egli mi creò...».

Te Deum1
«Te Deum laudamus, Te Dominum confitemur»
«Ti benedica il Signore e ti custodisca» Nm 6,24.

Inizia il nuovo anno civile e il Libro dei Numeri ci dona la benedizione del Signore con quelle bellissime parole: «Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace».

 SantaFamigliaSitoUn padre, una madre, un figlio... perno del futuro!
«Alzati, prendi con te il Bambino e sua madre...» Mt 2,13.


Il Natale è l’inizio di un nuovo ordinamento di tutte le cose. Non solo una festa di buoni sentimenti, ma è il giudizio sul mondo, la conversione della storia. La grande ruota del mondo aveva sempre girato in un unico senso: dal basso verso l'alto, dal piccolo verso il grande, dal debole verso il forte. Quando Gesù nasce, il movimento della storia inizia a scorrere nel senso opposto: l'onnipotente si fa debole, l'eterno si fa mortale, l'infinito è nel frammento. Le sorti del mondo si decidono all’interno una famiglia: un padre, una madre, un figlio… il nodo della vita, il perno del futuro.

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi